Il progetto ColangioCare nasce con l’intento di interagire con gli attori coinvolti nel processi assistenziali al fine di implementare indicatori utili all’individuazione di pazienti affetti da Colangite Biliare Primitiva (CBP) non controllati, una malattia cronica autoimmune del fegato che interessa i piccoli dotti biliari, con potenziale necessità di approfondimento diagnostico e visita specialistica.

La popolazione maggiormente interessata sono donne tra i 40 e 60 anni di età. La frequenza di tale patologia non è ancor ben chiara, si è calcolato che circa 20-40 individui ogni 100.000 ne siano affetti, in particolare il rapporto uomini – donne e pari a 10:1.

La CBP ha un decorso lento e la terapia può rallentarne la progressione. Solo una parte dei pazienti presenta alla diagnosi la cirrosi, il quadro avanzato della malattia epatica, o progredisce verso di essa. In questo stadio la fibrosi interessa tutto il fegato compromettendone il suo corretto funzionamento.

Il progetto nasce come pilota su un numero di MMG della ASL Napoli 1 afferenti alla Cooperativa COMEGEN.

OBIETTIVI

  1. APPROPRIATEZZA DIAGNOSTICA DELLA COLANGITE BILIARE – EMERSIONE DELLA PATOLOGIA
  2. INNOVAZIONE DI PROCESSO E SUPPORTO TECNOLOGICO ALLA GESTIONE DEI PERCORSI ASSISTENZIALI

E’ stata sviluppata e realizzata una piattaforma informatizzata progettata ad hoc e funzionale all’ottimizzazione dei processi di comunicazione tra MMG e centro specialistico ospedaliero ed allo sviluppo di meccanismi di prenotazione digitalizzata della visita specialistica.

martedì 7 settembre alle ore 19:30 sarà  una webinar per riprendere il progetto sulle colangiti biliari primitivi. Nostra interlocutrice sarà la dott.ssa Alba Rocco, gastroenterologa della Federico II.