Le malattie infiammatorie croniche intestinali (in inglese “IBD”, inflammatory bowel disease), comprendono la malattia di Crohn e la rettocolite ulcerosa. Si calcola che in Italia circa 200.000 persone siano oggi affette da queste patologie. Negli ultimi 10 anni la diagnosi di nuovi casi e il numero di ammalati sono aumentati di circa 20 volte. Le IBD colpiscono con la stessa frequenza i due sessi, con un esordio clinico che in genere si colloca fra i 15 e i 45 anni.

Le IBD sono malattie “idiopatiche” ovvero a causa sconosciuta. L’ ipotesi patogenetica prevalente è quella di una reazione immunologica abnorme da parte dell’intestino nei confronti di antigeni (per esempio batteri normalmente presenti nell’intestino). Questo squilibrio immunologico può instaurarsi per un’alterata interazione tra fattori genetici propri dell’individuo e fattori ambientali.
E’ noto che le IBD presentano una certa “familiarità”, ovvero la tendenza ad un maggior rischio nei parenti delle persone affette, ma non sono malattie ereditarie.

Il corso si pone come obiettivo quello di creare un percorso condiviso di gestione  di un paziente  che necessita di trattamenti e cure croniche.

 

Pertanto la Comegen, in collaborazione con la SIMG Napoli, ha strutturato un incontro formativo,  (accreditato ECM con 3  crediti) che si terrà giovedì 12 novembre  alle ore 19.30 in  modalità e-learning fad sincrona (webinar).

 

Docenti saranno: la Prof.ssa Fabiana Castiglione, il dott. Antonio Rispo, la dott.ssa Anna Testa Gastroenterologi  dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”, ed il nostro Luigi Napoli