26 Giugno 2018

La malattia venosa cronica (MVC) è una patologia tipica della popolazione occidentale. Circa il 50% della popolazione maschile adulta e il 75% della popolazione femminile adulta presentano sintomi e/o segni imputabili alla MVC. Il 20% della popolazione lavoratrice maschile e femminile è affetta da manifestazioni severe della MVC. La MVC ha un importante impatto socio-economico nei paesi occidentali a causa della sua elevata prevalenza, dei costi elevati per la diagnosi e il trattamento e, non meno, per le giornate lavorative perse (circa due milioni di giornate lavorative perse all’anno in Italia). L’inquadramento nosologico della MVC rappresenta uno degli aspetti più controversi. Sono ormai noti numerosi fattori di rischio ritenuti in grado di aumentare la probabilità di insorgenza della malattia, quali l’età, il sesso, la familiarità, la razza, le abitudini di vita. È peraltro, evidente che essi stessi sono del tutto incapaci, da soli, a determinare l’insorgenza della patologia. Si è osservato, nel 70-80% dei casi, che esiste un’anamnesi familiare positiva nei pazienti affetti da MVC; alcuni lavori scientifici hanno infatti evidenziato il ruolo di vari fattori genetici.

Pertanto la Comegen, in collaborazione con la Simg Napoli, ha strutturato un percorso formativo dove saranno affrontati gli aspetti fondamentali di questa patologia con una particolare attenzione ai criteri diagnostici, ai segni e sintomi, alle complicanze ed alle soluzioni terapeutiche. L’incontro si terrà  il 26 giugno p.v. alle ore 19.30 presso la sede della Cooperativa. L’evento è accreditato ECM (4 crediti).

Relatori saranno i colleghi Vincenzo Mandaliti e Giovanni Facchini.