Carissimi,

 

vi giro la mail del prof. Nicola De Luca, cardiologo della Federico II, già ospite della nostra cooperativa e con il quale abbiamo condiviso il progetto Campania Salute che vedeva coinvolti i nostri pazienti ipertesi.

Ci offre l’opportunità di usufruire, in questo delicato periodo, di un servizio di telemedicina per i suddetti pazienti.

Per meglio però definire le nostre reali necessità vi chiedo di compilare un questionario (una sola pagina che richiede pochi secondi) scaricabile cliccando su https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeNY4kBK9Vq61aIlUot1fJmF45gZ2mxo23p8JE6694Pgkkb7Q/viewform

—————————————————————————————————————————————–

Carissimo Gaetano

in riferimento all’emergenza che stiamo vivendo, e come ti ho
anticipato nella precedente mail per condividere un possibile supporto
del Ns Centro ai colleghi MMG che sono attualmente in prima linea, ho
cercato di valutare insieme all’amico Ing Alessandro Pepino
la possibile utilità dell’utilizzo della ns rete di telemedicina per
evitare l’isolamento dei soggetti a rischio.

Siamo partiti dalla triste emergenza che stiamo vivendo e che ha di
fatto costretto molti studenti e le relative famiglie a prendere
confidenza con le applicazioni di videoconferenza su computer o
smartphone.

Questi i stessi strumenti che tanti studenti e genitori stanno usando
per la scuola e università possono anche  essere impiegati da medici
di medicina generale, ed in particolare da coloro che hanno condiviso
l’esperienza di Campania Salute, per prendersi cura dei propri
pazienti, in particolare di quelli particolarmente fragili che per
espressa indicazione del ministero della salute non devono muoversi di
casa.

Con la consapevolezza che tale situazione potrà ragionevolmente durare
almeno un altro mese se non di più, al fine di garantire
l’indispensabile periodico monitoraggio di questi pazienti,
l’Università “Federico II” ed il Centro Ipertensione della Federico II
con le sue professionalità si rende  disponibile a supportare  e
sostenere i MMG per metterli in condizione in tempi rapidissimi di
collegarsi in videoconferenza con i propri pazienti e permettere loro
di effettuare da casa quei test (ECG, Pressione, Saturimetria) che
normalmente avrebbero effettuato nello studio del loro medico di base
oltre che a fornire eventuale consulenza terapeutica ove ritenuta
necessaria dal MMG.

Al fine di avere un quadro delle effettive esigenze e concordare e
condividere un piano di azione potremmo compilare un questionario
allegato e condiviso con l’ing Pepino e, successivamente, ricevere a
breve via posta elettronica un link per un meeting in videoconferenza.

In attesa delle Tue considerazioni Un caro saluto

Nicola De Luca